Molise

Domanda per bonus economici

  • Servizio attivo

Contributi straordinari a favore di soggetti in stato di bisogno - Assistenza Generica


A chi è rivolto

Ai nuclei famigliari in stato di bisogno residenti nel Comune

Descrizione

Il contributo straordinario è una misura di sostegno economico finalizzata a integrare il reddito familiare quando ricorrono situazioni straordinarie od eccezionali che compromettono gravemente e temporaneamente l’equilibrio socioeconomico del nucleo familiare.
Il contributo straordinario può essere riconosciuto per le seguenti tipologie di spese:
• Spese eccezionali per gravi eventi morbosi che comportino spese non coperte dal Servizio Sanitario Nazionale (terapie particolari, protesi, diete particolari da effettuare per motivi seri di salute, ricoveri in particolari strutture sanitarie lontane dalla residenza ecc);
• interventi di sostegno a nuclei famigliari le cui condizioni economiche e sociali siano divenute improvvisamente insostenibili per effetto di eventi gravi (acquisto di generi di prima necessità, spese di trasporto, etc;
• spese eccezionali per sostenere il reinserimento nel tessuto sociale di emarginati;
• spese relative all’alloggio e per servizi di rilevante importanza (traslochi, spese per attivazione di nuovi contratti di locazione, pagamento di utenze domestiche indispensabili quali gas ed energia elettrica, spese per il loro ripristino, una mensilità di affitto ecc.);
• spese alberghiere per situazioni transitorie (es. sfrattati) (rif. art. 74 L.R. 1/86) per un massimo di tre settimane;
• copertura di altri bisogni atipici che debbono essere considerati di volta in volta, data la grande varietà delle emergenze che provocano normalmente la domanda di sussidi straordinari.
2. Il contributo erogato ha natura di una-tantum e serve a fronteggiare una situazione contingente di bisogno da parte del singolo o del nucleo famigliare che ne può beneficiare una sola volta nell’arco dell’anno solare, fatti salvi casi particolarmente gravi, opportunamente supportati dalla relazione dell’Assistente Sociale.

Come fare

E' necessario presentare all'Ufficio Protocollo del Comune un’istanza, secondo il modello predisposto.
All'istanza deve essere allegata:
- l'attestazione ISEE in corso di validità;
- documentazione attestante la spesa sostenuta o da sostenere, per la quale si chiede il contributo.
 Il richiedente dovrà sostenere un colloquio con l’Assistente Sociale che provvederà a trasmettere al Responsabile del Servizio una relazione e una sua proposta di quantificazione del contributo, rispetto alla richiesta avanzata, in merito:
• alla condizione personale dell’interessato, comprensiva della situazione sanitaria, giudiziaria e del rapporto pregresso e attuale con i servizi, compresa la fruizione di altri servizi o interventi erogati dal Comune o da altri Enti e la presenza di forme di copertura assistenziale informale;
• alla composizione del nucleo familiare, con particolare riguardo, oltre che al numero dei componenti, alla presenza di anziani, minori, soggetti disabili, ammalati gravi o in particolari condizioni di disagio sociale e relazionale;
• al contesto abitativo e sociale;
• alla situazione lavorativa;
• alla capacità economica del nucleo familiare del richiedente, basata sul valore ISEE e su altri elementi identificativi del tenore di vita utilizzando gli strumenti propri del servizio sociale;
• alla disponibilità di risorse da parte della famiglia;
• alla disponibilità personale di risorse di rete.
Il Responsabile del servizio, valutata la relazione sociale, ricorrendone i presupposti per l’erogazione del contributo, determina l’ammontare dello stesso tenuto altresì conto della proposta formulata dall’Assistente Sociale. Il contributo da erogare è dato dalla percentuale corrispondente al valore ISEE di cui alla sottostante tabella, applicata all’importo della spesa, opportunamente documentata, che il richiedente espone e per la quale richiede il contributo, fatta salva una diversa quantificazione formulata dall’Assistente Sociale dopo attenta valutazione della situazione famigliare.
Se il contributo spettante al richiedente:
- risulta d’importo inferiore o pari ad € 400,00, il Responsabile del Servizio, dopo aver compiuto l’istruttoria provvede direttamente all’assunzione dell’impegno di spesa e alla liquidazione del contributo al beneficiario;
- risulta d’importo superiore ad € 400,00, predispone una proposta di delibera da sottoporre all’approvazione da parte della Giunta Comunale per la determinazione del contributo da erogare.
Il contributo è erogato in unica soluzione privilegiando, quando possibile, l’erogazione diretta al creditore del soggetto beneficiario del contributo (esempio: al fornitore di energia elettrica, al fornitore di gas, al fornitore delle derrate alimentari ecc.) al fine di garantire la finalità per la quale viene riconosciuto il contributo. Laddove ciò non sia possibile, il contributo sarà erogato direttamente al richiedente, il quale dovrà successivamente dimostrare, mediante esibizione di apposita documentazione contabile, l’utilizzo del contributo per le finalità richieste.
Nel caso di utenze domestiche domiciliate in banca o in posta è possibile l’erogazione del contributo mediante bonifico diretto sul conto corrente bancario o postale intestato al richiedente.Gli scaglioni di valore ISEE di riferimento, per l’anno 2023, restano confermati nel seguente modo:

FASCIA           VALORE MINIMO IN €            VALORE MASSIMO IN €            PERCENTUALE DI CONTRIBUZIONE                                                                                                                                     DA  PARTE DELL’ENTE
1                             0                                              6.000,00                                               100%
2                       6.000,01                                        9.000,00                                                 80%
3                       9.000,01                                      11.000,00                                                 60%
4                     11.000,01                                      15.000,00                                                 40%
5                     15.000,01                                      17.000,00                                                 20%

La percentuale relativa alla fascia di appartenenza (che determina l’ammontare del contributo da erogare al richiedente) viene applicata alla spesa per la quale si richiede il contributo.

Cosa serve

Dichiarazione e attestazione ISEE in corso di validità
Pezze giustificative della spesa per la quale si chiede il contributo (contratto affitto, bollette utenze domestiche ecc.)

Cosa si ottiene

Erogazione di un contributo economico

Tempi e scadenze

Erogazione del contributo entro 30 giorni dalla presentazione dell'istanza in presenza di disponibilità di bilancio

Quanto costa

Nessun costo

Accedi al servizio

Oppure, puoi prenotare un appuntamento e presentarti presso gli uffici.

Condizioni di servizio

Per conoscere i dettagli di scadenze, requisiti e altre informazioni importanti, leggi i termini e le condizioni di servizio.

Contatti

Centralino (interno 1)

Argomenti:

Pagina aggiornata il 20/11/2023

Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà?1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri